Prossimo Appuntamento
Lunedì 21 maggio. Ore 17. Auletta Lavoratrici e Lavoratori del Policlinico.

Vademecum per Evitare le Liste di Attesa
Dopo l’approvazione della versione definitiva del Vademecum per Evitare le Liste di Attesa (a questo link è possibile scaricare e stampare il Vademecum per la massima diffusione) in questa settimana:
– sono stati programmati due volantinaggi (CUP di Via Cartagine e CUP del Policlinico Umebrto I);
– sono stati effettuati due incontri per organizzare il Vademecum Tour.
Il prossimo incontro sarà occasione per fare i punto di queste iniziative e programmare le successive.
E’ in corso di realizzazione uno spot da utilizzare via radio.
Si evidenzia la tendenza, da parte delle amministrazioni centrali e regionali, a sfruttare strumentalmente le lunghe liste di attesa per produrre un ulteriore privatizzazione della sanità, un fenomeno che rifiutiamo totalmente. In questo senso si segnala il testo di introduzione al Vademecum presento sulla stessa pagina da cui è possibile scaricare il Vademecum stesso e che per opportuna conoscenza qui riportiamo integralmente.

Ci teniamo a precisare che questa campagna per evitare le liste di attesa non ha la finalità di spostare l’assistenza sanitaria dal pubblico all’intramoenia. Il potere politico sta cercando di strumentalizzare il grave problema delle liste di attesa per spostare ulteriori fondi pubblici a vantaggio di soggetti privati della sanità; come vediamo realizzarsi proprio in questi giorni in Toscana e già si parla di adottare lo stesso sistema anche qui nel Lazio.  Quello che al contrario vogliamo dimostrare è che se le strutture pubbliche fossero pienamente utilizzate, non ci sarebbe il problema delle liste di attesa.  Per farlo c’è bisogno di assunzioni nella sanità pubblica, a cominciare dai tanti lavoratori precari che da anni vengono utilizzati negli ospedali a condizioni economiche e normative disumane.  Inoltre c’è bisogno di ampliare i servizi sanitari territoriali, perché non si può costringere un cittadino che ha bisogno di cure a fare decine di chilometri per potersi curare.  Insomma vogliamo una sanità pubblica gratuita universale e umanizzata.  L’auspicio è che aumentino sempre più le mobilitazioni su questi temi, a cominciare da questa campagna.

Lettera a Istituzioni
E’ stato definito il testo di due lettere tipo per richiedere, alle ASL e alle Regione, informazioni dovute sulle Liste di Attesa.
Il testo delle lettere verrà integrato, nella prossima riunione, con recapiti di riferimento del CCS.
In quest’ottica si sta studiando la possibilità di istituire una PEC del CCS. La questione verrà definita nella prossima riunione,

Consultorio Pietralata
Si segnala l’informazione ricevuta sulla chiusura del consultorio di Pietralata, anche questo con la scusa che devono essere effettuati lavori di ristrutturazione.
Si ipotizza sia in atto il tentativo di trasformare i consultori in Casa della Salute, con il rischio di stravolgimento di compiti e funzioni propri dei Consultori.

Assemblea a Firenze il 26 maggio Contro la Privatizzazione della Sanità
Il Coordinamento Cittadino Sanità parteciperà all’Assemblea indetta dal Coordinamento Toscano Diritto alla Salute contro la privatizzazione della sanità, per le assunzioni e per il miglioramento del servizio pubblico.
Mailing List
Si invita chi interessat@ a comunicare via mail la richiesta di iscrizione alla mailing list del CCS.
La mail deve essere inviata all’indirizzo CoordinamentoCittadinoSanita@gmail.com.
Una volta iscritti alla mailing list, per comunicare con i membri della stessa bisogna scrivere all’indirizzo CoordinamentoCittadinoSanita@googlegroups.com

Il lavoro continua…
Permangono gli indirizzi generali e gli interventi operativi già definiti nel precedente report consultabile a questo link.

Share This