Il 17 maggio abbiamo effettuato un volantinaggio al Policlinico Umberto I come prima risposta all’ennesimo atto di repressione contro lavoratrici e lavoratori da parte dei vertici dell’Ospedale Pubblico.

Un altro fulgido esempio di solerte “giustizia” da parte della Amministrazione del Policlinico. Dopo la sospensione di tre mesi senza stipendio dello scorso autunno, Peppe, infermiere del Pronto Soccorso, è di nuovo sottoposto al Consiglio di Disciplina per avere “leso l’immagine dell’Azienda”. L’altra volta la sanzione era stata emessa per un’intervista nella quale aveva detto quello che tutti sanno sulle condizioni di pazienti ed operatori nel Pronto Soccorso, e sulla scandalosa condizione di sfruttamento di centinaia di lavoratori esternalizzati delle cooperative.

Questa volta il grave misfatto si concretizza nell’aver condiviso sul suo profilo Facebook un comunicato del Coordinamento Cittadino Sanità (lo leggete sul retro) che riportava una vergognosa vicenda che ha visto l’intera linea di gestione e responsabilità della Regione e del Policlinico, rendersi garante di un percorso sanitario “privilegiato” nei riguardi di un senatore del Partito Democratico portato al Pronto Soccorso perchè coinvolto in un incidente stradale.

In allegato il Volantino distribuito.

Coordinamento Cittadino Sanità

Share This